Il soffio fresco che arriva da sud ovest…

Il titolo non indica l’arrivo di un pensiero che vuole illuminare le nostre menti e rendere la nostra vita più semplice e serena.

Non è neanche l’acclamazione di una visione politica che mira a rafforzare il concetto di solidarietà, di corresponsabilità e di partecipazione nel tentativo di migliorare il senso civile del nostro paese, paese che rischia, con il passare delle stagioni, di surriscaldarsi e di far riaccendere un nuovo fuoco di paglia che invece di ravvivare la voglia di bene comune affumica i piccoli polmoni dell’uomo che si proietta al domani.

E’ semplicemente un invito ai Torinesi rimasti in città di recarsi verso le 21.45 in Piazza Vittorio Veneto.

Sull’area pedonale verso il centro della piazza, tra l’isolato di via della Rocca e via Alfonso Bonafous, arriva a partire dalla tarda serata il soffio fresco di una leggera brezza che sostiene il corpo e lo spirito provato dal calore delle giornate.

E’ una bella sensazione quella che si prova e nonostante gli altri siano in ferie o seduti ai tavolini consumando cocktails e bibite fresche tra gli otto e dieci metri da Te, la presenza di questo respiro naturale della Terra che si incanala lungo le rive del Po Ti aiuta a far pace con il mondo e Ti indica come la natura oltre a farTi soffrire l’Inferno di giorno può anche “donarTi” il Paradiso di sera.

Si, è quasi essere in un’altra dimensione: i colori della Gran Madre e dei Cappuccini, le luci dei Murazzi che si riflettono sullo specchio del Po, la luna che illumina il cielo accentuano questo soffio di Madre Terra che ci alimenta e ci sostiene.

L’uomo con le sue “magnifiche” opere e il creato con le sue “inimitabili” bellezze.

E pensare che era solo una passeggiata serale in Piazza Vittorio…

Ho toccato il cielo con un dito!

 

By Redazione Torinonews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No widgets found. Go to Widget page and add the widget in Offcanvas Sidebar Widget Area.